fbpx

Musei Archeologici

Nei musei archeologici della Sardegna sono esposti gli oggetti emersi negli scavi dei siti abitati dalle antiche popolazioni che, in mancanza di sufficienti documenti scritti, hanno permesso di tracciare in maniera più fedele possibile la sua misteriosa e antichissima storia.

All’interno di essi si trovano oggetti di culto come statuine della Dea Madre, oppure statuine di bronzo (i cosidetti bronzetti sardi) raffiguranti i personaggi dei ceti sociali che componevano la civiltà nuragica.

Altri oggetti, come le navicelle votive, avvalorano invece la tesi sull’esistenza di un popolo, gli Sherdana, citati nelle fonti egizie e ugaritiche e identificati con le antiche popolazioni nuragiche, che si erano spinti alla ricerca, chi sa, di nuove terre da conquistare o popolazioni con cui effettuare scambi commerciali: alabastron, ceramiche micenee o scarabei egittizzanti ritrovati in Sardegna sono la prova di queste relazioni dinamiche con gli altri popoli del Mediterraneo.

Il museo più rappresentativo è il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari che custodisce, tra le tante opere esposte, i monumentali Giganti di Mont’e Prama, delle maestose statue di pietra arenaria ritrovate nella necropoli nuragica omonima.

Hai bisogno di un Tour personalizzato?

Chiamaci

+39 389 019 0723

Scrivici

carlo@letsgotosardinia.eu

l

Contattaci

Compila il form

Hai bisogno di un Tour personalizzato?

Chiamaci

+39 389 019 0723

Scrivici

carlo@letsgotosardinia.eu

l

Contattaci

Compila il form